Come migliorare la qualità dei propri progetti?


Il primo step della filiera: La progettazione

 
Come valutare la bontà di un progetto sia esso una scatola, un astuccio, un espositore da terra o un complemento d’arredo?

Cosa fa scattare nella mente del consumatore finale che si trova in un punto vendita, la voglia di acquistare quel determinato prodotto invece che un altro?

Tra le leve del marketing mix da tempo ormai si progettazione 3dè aggiunta alle 4 p anche quella di product packaging, affermandolo tra uno degli elementi chiave nel processo d’ acquisto.

Il packaging e gli altri elementi di visual merchandising ricoprono un ruolo fondamentale nel catturare l’attenzione del consumatore.

Ma qual è il segreto di un progetto, di un prodotto o di una serie di componenti di successo?

 

Tutto inizia dall’ idea e dal design che uniti ai principi di funzionalità rende il progetto attraente ed accattivante e fa percepire all’ utilizzatore finale che quel determinato prodotto possa soddisfare il bisogno sentito in quel momento.

Che si parli di progettazione di scatole e packaging nel settore food, cosmesi, farmaceutico ecc , di progettazione di un espositore da negozio da terra o da banco , di progettazione di allestimento di un punto vendita o di uno stand o di realizzazione di un complemento d’arredo realizzato in un materiale particolare, la fase di ideazione e disegno è la più delicata e quella determinante per il suo successo nel mercato.

L’ aspetto estetico unito alla semplicità di utilizzo sono i due aspetti fondamentali che ogni progettista non deve trascurare per poter realizzare dei componenti efficienti.

Ecco perché gli strumenti a sua disposizione non possono essere effimeri, limitati o difficili da utilizzare. Ed ecco perché il ruolo del progettista strutturale e/o grafico non può essere ricoperto da chi non possiede le competenze o le conoscenze adeguate per questo importante compito.
 
 

[inbound_button font_size=”30″ color=”#ff8040″ text_color=”#ffffff” icon=”” url=”strumenti-packaging-efficace” width=”400″ target=”_self”]Voglio saperne di più[/inbound_button]

 
 

Crescita e sviluppo delle competenze attraverso software dedicati

 
 

Come diventare un progettista strutturale partendo da zero?

Per fortuna ai giorni nostri esistono software e programmi di utilizzo che ci permettono di automatizzare processi e velocizzare le fasi di esecuzione e controllo.

Ogni software è dotato di un manuale di utilizzo e porta con sé ore di formazione indette dal fornitore che ne vende la licenza. Questo rende possibile una maggior consapevolezza dello strumento e rende più rapida la fase di implementazione delle nuove skills all’ operatore.
 
 

[inbound_button font_size=”30″ color=”#ff8040″ text_color=”#ffffff” icon=”” url=”strumenti-packaging-efficace” width=”400″ target=”_self”]Voglio saperne di più[/inbound_button]

 
 

Quali strumenti utilizzare per una progettazione funzionale?

 
Qualunque progettista, prima di iniziare a pianificare il proprio lavoro, deve verificare di essere in possesso degli strumenti adeguati alla propria attività e di disporre dei materiali corrispondenti alle proprie esigenze di utilizzo.

Che cosa non può mancare nel desktop di un progettista? Abbiamo stilato una lista di “must have”, frutto di una ricerca tra structural designer e progettisti:

  1. Adobe Illustrator e la sua integrazione con altri software specifici
  2. Strumenti specifici per la progettazione 2d e 3d
  3. Libreria di materiali per il packaging
  4. Un software in grado di esportare modelli 3d per la comunicazione con i clienti
  5. Un programma che riesca a creare dei filmati con le istruzioni per il montaggio
  6. Un plug in che faciliti la comunicazione tra software CAD differenti
  7. Tool specifici per la realizzazione delle fustelle
  8. Un software abilitato alla creazione di distinte di materiali nel caso di progettazione di espositori multimateriale

Ma quanto potrebbe costare per un progettista possedere tutti questi strumenti?

Nella realtà dei fatti possedere un CAD specifico per la progettazione di packaging, pop display , complementi d’ arredo, espositori durevoli ecc potrebbe essere una soluzione in grado di rispondere a tutte queste esigenze di utilizzo.

ArtiosCAD è sviluppato per moduli che possono essere inseriti in momenti differenti in base alle esigenze di progettazione. Che lo si utilizzi per migliorare la complessità progettuale o estetica dei propri progetti o per una miglior presentazione commerciale ai propri clienti del range offerto, ArtiosCAD è tutt’oggi il software più utilizzato da stampatori e cartotecnici.

Progettazione CAD

Le librerie al suo interno da cui trarre spunto sono le più svariate, oltre a quelle classiche FEFCO, ECMA ecc negli ultimi anni anche ArtiosCAD Display Store è riuscito a collocarsi tra uno dei siti più utilizzati dagli operatori di settore per la sua varietà di offerta e per la creatività del servizio prodotto.

Come dare slancio alle proprie ambizioni e farsi notare?

Il segreto sta nella progettazione!
 
 

[inbound_button font_size=”30″ color=”#ff8040″ text_color=”#ffffff” icon=”” url=”strumenti-packaging-efficace” width=”400″ target=”_self”]Voglio saperne di più[/inbound_button]