Automation Engine: il workflow automatizzato


automation-engine

…Gli operatori e-commerce sono oberati di lavoro,in quanto devono costantemente controllare che il file allegato sia idoneo per la stampa..e molte volte non possono nemmeno permettersi di farlo andando a discapito di qualità ed efficienza…”

 

Grazie ad un flusso di lavoro perfettamente automatizzato , è possibile :

  • eliminare gli errori dal processo preimpostando le attività ripetitive
  • autorizzare decisioni automatiche nel flusso di lavoro
  • incrementare l’efficienza e la produttività
  • risparmiare tempo e ridurre i costi grazie a un flusso di lavoro senza operatore, attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

 

Automazione nella prestampa

 

Un flusso di lavoro automatizzato è il cuore di ogni reparto di prestampa.

L’ automazione nella prestampa comprende diverse attività separate che non necessitano di alcun operatore ed eseguono numerosi compiti che solitamente prevedono l’intervento umano : verifica preliminare, applicazione di abbondanze, ripetizione, aggiunta di segni di registro, creazione di report e altro ancora.

Tutte queste attività sono collegate tra loro in un unico flusso di lavoro. Alcune richiedono decisioni da prendere in base a parametri predefiniti.

Altre decisioni dipendono invece dalla supervisione dei dirigenti e possono essere tenute in sospeso fino alla definitiva approvazione.

 

 

Certezza della qualità

 

automation-engine-controllo-file

 

Un flusso automatizzato contiene un visualizzatore che mostra il prodotto prima del suo invio alla periferica di output per la produzione di lastre o per la stampa. Un esperto può quindi controllare le separazioni, i dati bitmap, le dimensioni del rifilo e le differenze tra il progetto originale e i file di produzione finali, allo scopo di verificare che siano state apportate tutte le correzioni.

Gli strumenti di confronto automatico consentono all’ utente di visualizzare immediatamente le modifiche effettuate. E’ possibile interrompere un lavoro fino a che non si riceve l’autorizzazione a procedere da parte di un responsabile.

 

Integrazione con Packway

 

Automation Engine si integra perfettamente con qualsiasi infrastruttura esistente. Accetta una vasta gamma di formati di desktop publishing, RIP o file server e supporta tutti gli standard del settore, quali PDF, XML, XMP, query SQL e la comunicazione JDF/JMF.

Da una versione di base fino a configurazioni più elaborate, Automation Engine garantisce una celere e ineguagliabile redditività degli investimenti. Il modulo Connect consente inoltre di collegare Automation Engine, WebCenter o ArtiosCAD a un sistema aziendale che supporti l’integrazione – MIS, negozi online, sistemi finanziari, di spedizione… – senza la necessità di uno sviluppo personalizzato.

L’integrazione tra Packway e il sistema di automazione del flusso di prestampa Automation Engine consente ai vari reparti dell’azienda di lavorare in sinergia. Sono così evitabili errori, ritardi e inefficienze nella preparazione dei file di stampa e del nesting. Si vengono inoltre ad ottimizzare la gestione delle lavorazioni ed il controllo dei costi in fase di stampa.

I flussi di lavoro possono generare codici a barre dinamici perfettamente stampabili, offrendo funzionalità avanzate quali la generazione automatica di scatole, la riduzione della larghezza delle barre e il ridimensionamento in base alla risoluzione dell’ output. In alternativa è possibile creare segni di riferimento dinamici per la prova di stampa o segni di registro per la stampa finale.

 

Creazione di report ed integrazione con i dati strutturali 

 

Le schede rapporto si basano su un modello predefinito che le personalizza per un lavoro specifico. Utilizza le proprietà, le informazioni sul cliente e i dettagli che possono essere estratti dal database. È anche possibile aggiungere metadati quali il consumo di inchiostro e le specifiche dei codici a barre.

Si possono generare file PDF 3D a partire dai dati strutturali associati al lavoro. Abbinati ai dati grafici, offrono una visualizzazione tridimensionale dell’aspetto che avrà il lavoro effettivo. La visualizzazione 3D può inoltre essere integrata nella scheda rapporto.